Alle porte di Città Alta 33 itinerari e innumerevoli varianti

Alle porte di Città Alta 33 itinerari e innumerevoli varianti. 115 strade, scalette, sentieri, funicolari per salire (rigorosamente a piedi o in bicicletta).
Qual è il modo migliore per conoscere o “ri-conoscere” un territorio, per cogliere particolari, alle portesfumature, angoli di vita quotidiana? Sicuramente quello di girare a piedi: i nostri sensi possono esplorare senza fretta i dintorni cogliendo immagini, profumi, colori, voci, silenzio; la direzione di marcia può cambiare, le soste moltiplicarsi, consentendo di prolungare a piacimento il contatto con quanto ci circonda. Difficile da fare se si viaggia in auto o in moto. Questo può valere per qualsiasi parte di città o paese, ma in maggior misura vale per i luoghi antichi, collegati fra loro da sentieri e tracciati che sono essi stessi ricchi di storia e meritevoli di essere scoperti, conosciuti e gustati.
Il bene più prezioso di Bergamo – Città Alta e i colli – è a rischio proprio per l’assalto delle auto. Auto che cercano lo spazio per salire, per manovrare, per parcheggiare. Le cronache recenti (e passate) ne sono testimoni.
Da qui il senso del libro-guida “a” Città Alta (non guida “di” Città Alta) promosso dall’Associazione per Città Alta e i Colli e giunto alla quarta edizione (aggiornata): consentire la ri-scoperta delle vie maestre che portano in Città Alta, ma anche della fitta rete di stradine, scalette, sentieri, un tempo abitualmente percorsi da molta gente, che mantenevano in stretto collegamento le due parti di Bergamo. Scoprire che si può – senza eccessiva fatica, ma con molto gusto – arrivare rapidamente in Città Alta anche senza infilarsi in auto e rovinarsi il fegato alla ricerca di un parcheggio. Un modo slow di accostarsi a Città Alta, per godersela in maniera altrettanto slow (meno auto salgono, meglio si sta tutti).
Autori del volume (168 pagine a colori, con mappe dettagliate e fotografie, dati puntigliosi su lunghezze e i dislivelli, le bellezze storico-artistiche da vedere fino alle fontanelle dove dissetarsi, ristoranti e linee di autobus) sono Valentina Bailo, Roberto Cremaschi e Perlita Serra: hanno individuato e percorso 115 strade, stradine, scalette, sentieri e le due funicolari riproponendole in 33 itinerari divisi in sei zone,  tutt’attorno ai colli. L’ambizione è presentare tutte le possibilità di salire da Città Bassa fino alle porte delle Mura veneziane, cominciando dalla Noca e via via passando per il centro, la Conca d’Oro, la Valle d’Astino, la zona di Fontana-Sombreno e infine il versante nord delle Mura. Da percorrere a piedi o in bicicletta.

Turismo in Bergamo

N.N. : del presente volume esiste la versione in lingua inglese  :carrello ellelibri

Mappa dei 33 percorsi alle porte di Città Alta

Mappa dei 33 percorsi alle porte di Città Alta

Alle porte di Città Alta 33 itinerari e innumerevoli varianti. 115 strade, scalette, sentieri, funicolari per salire (rigorosamente a piedi o in bicicletta)
di Valentina Bailo, Roberto Cremaschi, Perlita Serra
Associazione per Città Alta e i Colli di Bergamo / 2015 / IV edizione
Pagine 168 – cartine e fotografie a colori
Formato: brossura / 11 x 17 cm
Prezzo: € 10,00

Per acquistare clicca qui:carrello ellelibri

Post a Comment

Questop sito utilizza i Cookie, le impostazioni dei cookie sono impostate su Consenti Cookie Ulteriori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate su "Consenti cookie" per darvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Se si continua a utilizzare questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o fai clic su "Accetto" acconsenti a questo. Cookie Policy I cookies sono piccoli file di testo che vengono depositati sul vostro computer per aiutare il sito a fornire una migliore esperienza utente. In generale, i cookie vengono utilizzati per mantenere le preferenze dell’utente, memorizzano le informazioni per cose come carrelli della spesa, e di fornire dati di monitoraggio anonimi per applicazioni di terze parti come Google Analytics. Come regola generale, i cookie renderanno la vostra esperienza di navigazione migliore. Tuttavia, si può scegliere di disabilitare i cookie su questo sito e su altri. Il modo più efficace per farlo è quello di disabilitare i cookie nel tuo browser. Noi suggeriamo di consultare la sezione della Guida del tuo browser. Più in dettaglio i diversi utilizzi dei cookie sono dunque: Per riempire il carrello della spesa virtuale in siti commerciali (i cookie ci permettono di mettere o togliere gli articoli dal carrello in qualsiasi momento). Per permettere ad un utente il login in un sito web. Per personalizzare la pagina web sulla base delle preferenze dell’utente (per esempio il motore di ricerca Google permette all’utente di decidere quanti risultati della ricerca voglia visualizzare per pagina). Per tracciare i percorsi dell’utente (tipicamente usato dalle compagnie pubblicitarie per ottenere informazioni sul navigatore, i suoi gusti le sue preferenze. Questi dati vengono usati per tracciare un profilo del visitatore in modo da presentare solo i banner pubblicitari che gli potrebbero interessare). Per la gestione di un sito: i cookie servono a chi si occupa dell’aggiornamento di un sito per capire in che modo avviene la visita degli utenti, quale percorso compiono all’interno del sito. Se il percorso porta a dei vicoli ciechi il gestore se ne può accorgere e può migliorare la navigazione del sito.

Chiudi