Uccelli scappati alla bergamasca

Ingredienti:
8 fettine di vitello (circa 500 gr.)
8 fette di pancetta tagliata sottile
1 cipolla
2 bicchieri di vino bianco secco
16 foglie di salvia
50 gr. burro
5 cucchiai d’olio
Sale e pepe q.b
Brodo caldo

Ricetta:
Battete le fettine di vitello fino a renderle sottili.
Disponete su ogni fetta di carne una fetta di pancetta e una foglia di salvia.
Arrotolate le fettine farcite su se stesse e chiudetele con un stuzzicadenti infilandolo in una foglia di salvia.
Tritate finemente la cipolla.
Sciogliete il burro nell’olio e rosolatevi gli involtini con la cipolla.
Salate, pepate e bagnate con il vino.
Coprite con un coperchio e continuate la cottura a fuoco basso, girando gli involtini di tanto in tanto.
Cuocete per mezz’ora aggiungendo del brodo caldo se ve ne fosse necessità.
Servite ben caldi accompagnando con polenta.

Un tocco in più: qualche scaglia di grana padano dentro “l’uccellino”.

 

E’ un piatto tipico della cucina bergamasca, dalla mia nonna Caterina era la specialità della domenica: “polenta e osei” polenta e uccelli, uccellini piccoli tipo tordi, passeri ecc.. che oggi non si possono più cacciare. Si cucinavano avvolgendoli nella pancetta, con una foglia di salvia e una spruzzata di vino!
La polenta di rigore.. magari di grano saraceno.. e tanto “puccino”!!!

Uccelli scappati alla bergamasca

un articolo di ChiaraPASTICCIA

Lascia un commento